Convegno diocesano e lettera pastorale.


 01/01/1  |     Luigi Sparapano - direttore ucs  |    246  |   Comunità



18 e 19 settembre 2018, auditorium "Regina Pacis" - Molfetta, ore 19,30

«L’adolescenza da cui vogliamo scappare è uno spazio troppo grande in cui non riusciamo sempre a capire la direzione giusta… La parola tristezza non ci è estranea, talvolta la vediamo negli adulti, ma di fatto ognuno di noi la vive!». 
Le domande di vita, espresse ed inespresse, dei ragazzi e dei giovani di oggi sono al cuore della lettera pastorale Con Cristo in compagnia dei giovani che Mons. Domenico Cornacchia consegna alla Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi a conclusione dell’assemblea pastorale convocata nei giorni 18 e 19 settembre, nell’auditorium Regina Pacis di Molfetta. Non un’assemblea sui giovani, ma con i giovani; infatti gli operatori pastorali e cinque giovani per ciascuna delle 36 parrocchie si confronteranno a partire dalle sollecitazioni di padre Salvatore Currò, della Congregazione dei Giuseppini, esperto di pastorale giovanile (nella prima serata), per proseguire nei laboratori di discernimento (seconda serata), in quello che è il secondo anno in cui la Diocesi mette a tema l’attenzione al mondo giovanile.

Un cammino intenso iniziato a settembre 2017 che ha avuto il riferimento essenziale nella testimonianza di don Tonino Bello, a 25 anni dalla sua morte, esaltata dalla recente visita del Santo Padre, che prosegue in questo anno proiettato all’imminente Sinodo, il cui tema I giovani la fede e il discernimento viene declinato in Diocesi con l’impegno ad Accompagnare i giovani nelle scelte di vita, che è poi il focus della lettera pastorale di Cornacchia, ispirata alla pagina evangelica dei discepoli di Emmaus. 
Come i due viandanti, anche i giovani camminano sulle strade della vita e occorre farsi loro compagni di viaggio, cogliendo le domande di vita che si pongono ma anche suscitandone di nuove e più vere, alimentando speranze, condividendo il passo, spezzando insieme il pane, sperimentando la preghiera quale anima delle scelte da compiere e trovando nella Parola e nei Sacramenti l’energia necessaria al cammino. Esperienza eloquente di ciò è stato il cammino che una ottantina di giovani diocesani hanno compiuto lo scorso agosto, tra i sentieri dei Castelli Romani, non privo di oggettive difficoltà fisiche e mentali, splendida metafora di un esigente cammino di discernimento per cui nella lettera il Vescovo Domenico sollecita ad “attivare percorsi formativi destinati a sacerdoti e animatori dei gruppi giovanili parrocchiali e diocesani per apprendere e approfondire l’arte dell’accompagnamento spirituale e del discernimento vocazionale da proporre ai giovani”. Come anche a riprendere l’iniziativa delle scuole di preghiera e la proposta di esperienze di missionarietà diretta dei giovani. E sarà proprio il vescovo ad incontrare personalmente il variegato mondo giovanile nella visita pastorale che avrà inizio nei primi mesi del 2019.


Accedi per inserire un tuo commento

» Articoli correlati


Festeggiamenti in onore della Madonna del Carmine

La comunità di S. Maria si prepara a vivere i solenni festeggiamenti.

Leggi

Benedizione della tela raffigurante suor Faustina

Domenica 28 aprile 2019 alle ore 19.30

Leggi

Triduo Santo in parrocchia

Tutti gli appuntamenti in preparazione alla Pasqua

Leggi

Eletto il Direttivo dell'Associazione del Carmelo

Il 6 febbraio si sono svolte le votazioni per il triennio 2019-2021

Leggi

Quaresima e Pasqua 2019

Gli appuntamenti e le iniziative parrocchiali

Leggi


Copyright © 2019
Parrocchia Santa Maria di Sovereto
via Sarcone 2
70038 Terlizzi (BA)
Codice Fiscale: 93429680726

Credits
Loliva Fabio Antonio
Parisi Michelangelo

Utenti online: 3